Differenza tra cessione del quinto e delega | Tutelaconsumatore

Differenza tra cessione del quinto e delega

differenza tra cessione del quinto e delega 7 Feb

Differenza tra cessione del quinto e delega

Tutto quello che c’è da sapere sulla differenza tra cessione del quinto e delega

Conoscere la differenza tra cessione del quinto e delega è importante perché, spesso, si tende a fare confusione tra le due tipologie di finanziamento. Il nostro articolo spiegherà chiaramente quali sono i punti in comune e quelli in cui cessione e delega differiscono.

Cominciamo col dire che il prestito delega è, spesso, identificato con il nome di doppio quinto. Molto semplice il motivo. Col prestito delega è possibile affiancare alla cessione un nuovo finanziamento, dell’ammontare massimo stabilito in un ulteriore 20% dello stipendio. Dunque, con la delega l’istituto di credito provvederà a trattenere i due quinti dello stipendio (40%).

Altra caratteristica importante della delega sta nel particolare ruolo che svolge il datore di lavoro. Mentre, infatti, con la cessione il datore di lavoro non ha alcun potere decisionale in merito alla concessione o meno del finanziamento, con la delega il discorso cambia. In questo caso, infatti, egli può negare il consenso e bloccare l’erogazione del prestito.

E’ giusto, però, sottolineare che il totale delle rate trattenute in busta paga non può eccedere il 50% dello stipendio netto. Ciò accade quando oltre ad una cessione del quinto e ad un prestito delega è presente un’ulteriore trattenuta.

Anche per la delega la restituzione del finanziamento può avvenire massimo entro dieci anni. Ricordiamo che al prestito delega, contrariamente alla cessione, non può accedere la categoria dei pensionati.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *